post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme: ricetta delle triglie alla livornese

Oggi noi di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vogliamo rendere omaggio alla nostra terra, la soleggiata Toscana. Il prodotto più conosciuto è sicuramente il vino, che sia delle zone del Chianti o di Montalcino. Ma la Toscana non è solo vite, è anche mare e bellissime spiagge.  Oggi vogliamo portare in tavola un po’ di brezza marina, con la ricetta delle triglie alla livornese. Prepararle è facile e veloce. Scoprite la ricetta di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme.

Ingredienti
1 kg di triglie 
450 gr di pomodori pelati
1 spicchio di aglio
50 g di olio extravergine
prezzemolo, sale, pepe q.b. 

Preparazione:

Iniziate con il pulire il pesce: squamate le triglie con il dorso del coltello, tagliate le pinne laterali e quella superiore. Incidete il ventre del pesce fino alla testa e sciacquate sotto acqua corrente per eliminare le viscere interne. Dopo aver pulito tutte le triglie si può cominciare a preparare il condimento. Versate l’olio in un tegame, aggiungete quindi l’aglio schiacciato e il prezzemolo tritato. Non appena il soffritto sarà appassito aggiungete anche i pelati. Lasciate cuocere il sughetto per qualche minuto dopo aver salato e pepato. A questo punto potete unire le triglie, lasciandole cuocere senza sovrapporle tra loro e mantenendole sempre umide. La cottura deve essere portata avanti coprando il tegame con un coperchio, per circa 10-15 minuti.

A questo punto con la ricetta di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme non vi resta che servire le triglie alla livornese. Buon appetito!

 

post

Ricetta dell’osso buco con piselli di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme

Oggi su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme ci dedichiamo a rivisitare un piatto originario della cucina milanese. La base di questo piatto è l’ossobuco, che al solo pensarci fa venire in mente il risotto giallo, due alimenti che di solito sono sempre di coppia nella cucina lombarda.

La proposta di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme è invece l’ossobuco con piselli. Vediamo gli ingredienti per preparare questo piatto veramente succulento:

  • 4 ossi buchi di carne bovina per un totale di circa 1.4kg
  • 160 gr di piselli surgelati
  • 60 g di vino bianco
  • 50 gr di burro
  • 60 gr di cipolle
  • 60 gr di sadano
  • 60 gr di carote
  • 40 gr di olio extravergine d’oliva
  • 250 gr di brodo
  • Farina q.b.
  • Sale e pepe q.b.

 

Preparazione:

Iniziate preparando il brodo di carne: lavate e pelate le verdure (sedano, carota, cipolla) e ponetele in un tegame capiente dal bordo alto. Aggiungete olio, sale, grani di pepe e chiodi di garofano. Aggiungete la carne e ricoprite il tutto con circa 3 litri di acqua. Lasciate cuocere per circa due ore fino a che il brodo non si sarà ridotto di circa la metà. A fine cottura filtrate il brodo con un colino.

Per fare il soffritto di base tagliate finemente il resto delle verdure (carota, sedano e cipolla) e mettete il trito a soffriggere in un’ampia padella con olio d’oliva e burro fuso. Una volta che la cipolla sarà appassita prendete gli ossibuchi e incidete la membrana che li circonda con le forbici. Questo trucco di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme eviterà che la carne si arricci durante la cottura.

Infarinate gli ossibuchi da entrambi i lati e adagiateli nella padella del soffritto. Fateli rosolare da entrambi i lati e nel frattempo sfumateli frequentemente con vino bianco. Salate, pepate e fate continuare la cottura con il brodo che avete preparato precedentemente. Coprite con il coperchio e continuate la cottura a fuoco dolce per circa 2 ore. A cottura quasi compiuta aggiungete anche i piselli surgelati.

Et voilà, l’osso buco con piselli di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme è pronto!

post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme presenta le polpette di baccalà

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi propone oggi una ricetta molto semplice e di grande effetto a base di pesce. Il pesce che utilizziamo oggi è il merluzzo e la ricetta è quella delle polpette di baccalà.

Questo secondo piatto è saporito e genuino e riesce contemporaneamente a mantenere i gusti originari del merluzzo sotto sale. Vediamo con noi di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme la ricetta completa delle polpette di baccalà.

Ingredienti per 25 polpette:

750 gr di merluzzo baccalà

1 spicchio di aglio tritato

100 gr di pane mollica

80 gr di parmigiano reggiano

prezzemolo tritato

qualche rametto di timo

3 uova

sale, pepe, pangrattato, farina q.b.

olio di semi

 

Preparazione:

Per prima cosa dovete dissalare il baccalà sciacquandolo bene sotto l’acqua e mettendolo a bagno per ben due giorni in acqua fredda, in modo da fargli perdere anche i residui di sale. L’acqua deve essere cambiata almeno due volte al giorno. Quando saranno trascorsi due giorni asciugate il baccalà e poi tagliatelo a pezzetti, dopo aver eliminato tutte le lische frullatelo nel mixer.

Frullate con il mixer la mollica di pane e unitela al baccalà in una capiente ciotola. Unite il prezzemolo, il timo, l’aglio e il parmigiano grattato e aggiustate di pepe e sale. Mescolate e amalgamate bene il tutto in modo da ottenere un composto che si acompatto. a Questo punto con le mani elaborate delle piccole palline di impasto e ponetele su un vassoio.

Predisponete tre ciotole: una per la farina, una per il pangrattato e per l’uovo sbattuto. Passate le palline in ordine prima nella farina, poi nell’uovo e infine nel pan grattato. Predisponete una casseruola dai bordi alti e fatevi bollire dell’olio di semi. Quando sarà caldo friggete le polpette e poi scolatele con l’aiuto di una schiumarola. Prima di servirle posatele sulla carta assorbente.

Buon appetitto con Corso Matteotti 190 Montecatini Terme.

post

Su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme arriva l’Irish Stew

Oggi noi di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme ci cimentiamo in una ricetta tradizionale della bella terra d’Irlanda. In onore della festa di San Patrizio, che si celebrerà il 17 marzo, oggi prepariamo l’Irish Stew, il prelibato stufato d’agnello tradizionale.

La ricetta, testata più di una volta da noi di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme, non è difficile nell’esecuzione, ma richiede molto tempo, quello che la carne ha bisogno di passare nel brodo per diventare tenera. In onore della festa di San Patrizio vi consigliamo vivemente di accompagnare questo succulento piatto con una pinta di Guinness.

Vediamo come preparare questo gustoso piatto con la ricetta di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme.

Ingredienti
2 kg di carne di agnello (preferibilmente spalla) 
150 gr di carote 
150 gr di cipolle bianche 
20 gr di farina 00 
30 gr di olio extravergine 
1 rametto di prezzemolo
600 gr di patate
sale e pepe q.b.
qualche folgia di alloro
chiodi di garofano
sale gorsso
5 gr di bacche di ginepro
pepe nero in grani

Preparazione

Iniziate separando la polpa dell’agnello dalle ossa: con la carne farete i bocconcini dello stufato, con le seconde preparerete il brodo. Riempite una pentola d’acqua e aggiungete una cipolla intera a cui fissate l’alloro con i chiodi di garofano a mò di puntine, la carota, i grani di pepe nero e le bacche di ginepro. Unite le ossa dell’agnello, il sale grosso e mettete a bollire per circa 1 ora, schiumando di tanto in tanto con un mestolo forato per eliminare il grasso in eccesso.

A questo punto potete procedere con la preparazione dell’Irish Stew: iniziate pelando le carote e le patate, poi tagliate in maniera sottile una cipolla. Tagliate a cubetti le carote e le patate e della stessa dimensione tagliate anche la polpa d’agnello. La carne deve essere prima infarinata e poi messa in un’ampio tegame con un fondo di olio d’oliova. Dopo 5 minuti si possono aggiungere anche il resto degli ingredienti escluse le patate. Irrorate ora con il brodo che avete preparato precedentemente, fino a ricoprire completamente la carne. Chiudete il coperchio e cuocete a fuoco moderato per circa 1 ora. Dopo questo tempo potete aggiungere le patate, dopo di che cuocete per altri 50 minuti.

A cottura terminata aggiungete un pò di prezzemolo fresco tagliato e servite ben caldo. Noi di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi garantiamo che il profumo di Irish Stew si spargerà nell’aria invogliandovi a mangiarlo insieme agli amici.

post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme: alici e semplicità

Voglia di semplicità oggi su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme. Volete stupire i vostri ospiti con un secondo fresco e sfizioso che non vi costi una fortuna e non vi porti via ore per la preparazione?

Qui in Corso Matteotti 190 Montecatini Terme siete nel posto giusto, abbiamo la ricetta che fa per voi. Oggi cuciniamo le alici alla pizzaiola.

Il pesce azzurro è come noto uno dei cibi più salutari perchè contiene Omega 3: oltre che al vostro tempo e al vostro portafoglio farete un favore anche alla vostra salute. Vediamo nel dettaglio come preparare le alici alla pizzaiola.

Ingredienti per una teglia da 26×17 cm

  • 500 gr di acciughe fresche
  • 1 gr di sale
  • 6 gr di aglio
  • 50 gr di olio  extravergine d’oliva
  • 200 gr di pomodori ciliegrini
  • pepe e origano q.b.

 

Preparazione

La prima cosa da fare è pulire le alici: vediamo con noi di Corso Matteotti 9 Montecatini Terme come fare. Cominciate eliminando la testa, poi la lisca centrale. Aprite le alici a libro e sciacquatele sotto l’acqua per pulire ulteriori residui.

Lavate e affettate i pomodorini in quattro parti, poi metteteli da parte e cominciate a comporre la teglia. Ungete la teglia e sistemate i filetti di alici lungo la lunghezza, completando con uno strato di pomodorini. Aggiungete origano, sale, pepe e aglio spremuto. Continuate con gli strati così composti fino a che la teglia non sarà abbastanza piena. Cuocete in tutto in forno preriscaldato a 220° per 20 minuti. Lasciate riposare e servite.

Adesso noi di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi lasciamo godere di questa prelibatezza. Fateci sapere se ai vostri ospiti è piaciuta!

 

post

Bombette pugliesi su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme compie oggi un viaggio culinario nella splendida Puglia, terra di sole e mare. I piatti tradizionali pugliesi utilizzano i prodotti della terra e del mare: è proprio questo elemento che rende la cucina pugliese così completa e unica.

Oggi su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme cuciniamo le bombette pugliesi,  un secondo piatto di carne. Questa ricetta unisce il vitello al tipico sapore del caciocavallo. Il nome deriva dalla forma che la carne arrotolata assume. Vediamo nel dettaglio come preparare le bombette pugliesi.

Ingredienti:

  • 12 fettine di vitello sottile
  • 12 fette di pencetta
  • 150 gr di caciocavallo
  • Prezzemolo
  • Olio, sale e pepe q.b.
  • 1 spicchio di aglio

 

Preparazione

Iniziate tagliando il caciocavallo a fettine sottili. Se le fettine di vitello non sono abbastanza sottili battetele con un batticarne per renderle più sottili. Ponete le fettine di carne sopra ad un piano, salatele e pepatele. A questo punto potete iniziare a comporre  le bombette: ponete su ciascuna fetta di carne una fetta di pancetta, poi qualche fettina di caciocavallo, il prezzemolo e l’aglio tritato. Arrotolate le fettine su loro stesse e fermatele con uno stuzzicadenti. Per cuocerle disponetele su una pirofila ben oliate e mettetele in forno preriscaldato a 200 gradi per circa trenta minuti.

Con la ricetta di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme anche oggi avete preparato un piatto semplice e veloce, ma dal sapore gustoso. Continuate a seguirci!

 

post

La ricetta del baccalà alla vicentina di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme

Oggi noi di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme ci trasferiamo in Veneto per presentarvi la cucina di questa regione. Uno dei piatti più caratteristici e simbolo della città di Venezia è il baccalà, che oggi noi di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi presentiamo nella variante alla vicentina.

Le origini del baccalà alla vicentina si perdono nel 1432 e dimostrano come un piatto può portare al suo interno il dna di una comunità. In quell’anno la spedizione di un mercante veneziano naufragò e si salvò grazie alla generosità degli abitanti dell’isola di Røst in Norvegia. Qui usava conservare il merluzzo essiccandolo e una volta tornato in patria il mercante decise di proporre questa versione anche a Venezia. I gastronomi vicentini capirono subito che lo stoccafisso poteva essere un’alternativa al costosissimo pesce fresco ed iniziarono ad elaborare ricette per poterlo utilizzare: in questo modo nasceva il baccalà alla vicentina.

Noi di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi invitiamo a provare la versione che abbiamo studiato appositamente per voi.

Ingredienti:

550 g di merluzzo stoccafisso

250 gr di latte fresco

130 gr di cipolle

2 salde sotto sale

25 gr di parmigiano reggiano grattugiato

10 gr di prezzemolo fresco

Farina 00 q.b.

Olio extravergine di oliva q.b.

Sale e pepe q.b.

 

Preparazione:

Ammollare lo stoccafisso è un’operazione che richiede molto tempo in quanto il pesce deve stare in acqua per circa 4 giorni. Per questo assicuratevi di calcolare bene i tempi. L’ammollo sarà sufficiente quando lo stoccafisso risulterà morbido. Una volta scolato levate la pelle e tagliatelo in piccoli tranci, che dovrete infarinare da tutti i lati. Nel frattempo in un tegame ampio fate andare 20 gr di olio con un soffritto composto da prezzemolo tritato e cipolla bianca tritata. Fate soffriggere per circa 10 minuti a fuoco moderato. Sciacquate le sarde sotto l’acqua corrente e unitele nel tegame. Mescolate frequentemente e lasciate imbiondire il soffritto. Quando sarà pronto unite i tranci di baccalà infarinati. Versate dentro il latte e la dose restante di olio d’oliva. Per finire insaporite con parmigiano grattato. Spolverate di sale e pepe a piacere e lasciate andare la cottura a fuoco molto basso con  coperchio per 4 ore.

Una volta pronto noi di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme consigliamo di servirlo con crostini di polenta, come vuole la tradizione. Buon appetito!