post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme prepara i burritos alle verdure

Oggi su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme prepariamo un piatto tipico della cucina tex-mex: vi diamo la ricetta dei burritos con verdure. I burritos di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme sono tortillas di farina riempite con un misto di verdure stufate e servite con insalata e pomodori e salsa guacamole.

Ingredienti:

  • 500 gr di farina 00
  • 240 gr di acqua tiepida
  • 20 g di sale
  • 60 gr di olio extravergine di oliva
  • 250 gr di fagioli borlotti
  • 140 gr di mais
  • 100 gr di funghi champignon
  • 1 peperone rosso
  • 1 cipolla
  • 1 pomodoro
  • 1 zucchina
  • 2-3 foglie di insalata iceberg
  • Olio d’oliva
  • Pepe e sale q.b.

Preparazione:

Prima di tutto iniziate a preparare le tortillas di farina. Ponete la farina in una ciotola capiente e aggiungete acqua tiepida, sale e olio. Amalgamate velocemente con le mani e trasferite l’impasto in una spianatoia.

Lavorate l’impasto fino ad ottenere una palla liscia e compatta e fatela riposare nella pellicola trasparente  per 30 minuti. Dopo di che dividete l’impasto in 8 parti, stendetele con il mattarello. A questo punto le tortillas sono già pronte per essere cotte. Riscaldate una crepiera e cuocete per 3 minuti per lato senza aggiungere altri condimenti.

Passate ora a preparare le verdure: tagliate la cipolla, la zucchina, il pomodoro, il peperone, le foglie di iceberg e i funghi. Mettete a riscaldare dell’olio in una padella antiaderente. Non appena sarà caldo versate un po’ per volta tutte le verdure che avete tagliato e infine i fagioli borlotti che avete scolato e il mais. Fate cuocere per 10 minuti abbondanti e mescolate frequentemente. Aggiustate di sale e pepe.

Ora siete pronti per assemblare le tortillas: mettete al centro delle tortillas un po’ di verdure e chiudete su entrambi i lati, come a formare un tubo. Servite i burritos di verdure caldi accompagnandoli con salsa guacamole. Buon appetito da Corso Matteotti 190 Montecatini Terme.

 

post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme: cous cous di pesce

Oggi su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme sentiamo l’aria di estate. Per questo prepareremo una ricetta fresca e leggera, ma anche facile da fare. La ricetta scelta per voi da Corso Matteotti 190 Montecatini Terme è il couscous ai frutti di mare, piatto di derivazione nord-africana, ma che grazie al pesce ha anche molto di Mediterraneo.

Ingredienti:

  • 250 gr di couscous
  • 270 ml di acqua
  • 2 noci di burro
  • 100 gr di cozze
  • 200 gr di gamberi
  • 300 gr di vongole
  • 150 gr di seppie
  • 200 gr di piselli
  • 200 gr di pomodori ciliegini
  • Vino bianco
  • Prezzemolo
  • Cipolla
  • Aglio
  • Pepe
  • Sale
  • Olio extra vergine

Iniziate preparando il cous cous: versate dell’acqua con un pizzico di sale e un filo d’olio in un tegame. Portate l’acqua ad ebollizione e versate il cous cous, spengete il fuoco per due minuti e poi aggiungete due fiocchetti di burro. Fate cuocere per altri due minuti e poi scolate.

Per il condimento mettete ad appassire la cipolla in due cucchiai di olio, poi aggiungete i piselli, poi i pomodorini e il prezzemolo. Poi passate alla pulitura del pesce: pulite le cozze, le vongole e poi cuocetele in dei tegami separati utilizzando anche l’aglio. Dopo la cottura ed aver separato i molluschi da guscio potrete unirli in una padella sola. Mettete in un tegame un po’ d’olio e uno spicchio d’aglio, poi aggiungete le seppie pulite e tagliate a rondelle, i molluschi sgusciati e i gamberi lessati. Dopo aver fatto cuocere per qualche minuto aggiungete anche i pomodorini e il prezzemolo già cotti.

A questo punto potete aggiungere il condimento al cous cous e se volete anche un po’ di olio a crudo. Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi augura buon appetito.

post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme: frittata di stagione

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme oggi vi farà una sola domanda. Frittatona? Quante volte lo avete chiesto per riparare un pranzo o una cena all’ultimo momento?

Tutta via la frittata può anche essere ricca, versatile e sfiziosa. È il piatto giusto per essere gustato anche in pezzettini ad un aperitivo. Corso Matteotti 190 Montecatini Terme qui vi propone una versione saporita e di stagione: frittata di patate e carciofi aromatizzata al rosmarino.

Ingredienti:

  • 6 uova
  • 600 gr di carciofi
  • 300 gr di patate rosse
  • 12 gr di scalogno
  • 40 gr di olio di oliva
  • 3 g di sale
  • 2 rametti di rosmarino
  • 3g di pepe

Preparazione:

Iniziate pulendo i carciofi: eliminate il gambo, tagliate via le punte più dure e sfogliate il carciofo. Fate i carciofi a fettine fine e lasciateli in ammollo in acqua e limone per non farli ossidare. Sbucciate le patate  e tagliatele a cubetti sottili. Affettate anche lo scalogno e contemporaneamente mettete un filo di olio d’oliva a riscaldare in una padella capiente.  Appena l’olio sarà caldo unite lo scalogno tritato e fatelo appassire. Aromatizzate con il rosmarino e poi versate le patate e successivamente i carciofi. Quando le verdure saranno cotte sbattete le 6 uova intere con una frusta. Aggiungete alle uova pochissimo latte e se vi piace del parmigiano per insaporire. Versate il composto con le uova ben amalgamato nella padella e fate cuocere a fuoco lento per 12 minuti con il coperchio. Successivamente girate la frittata aiutandovi con il coperchio (nella famosa manovra che non sempre riesce a tutti, quindi se la frittata si rompe non preoccupatevi, andrà meglio la prossima volta). Proseguite la cottura anche sull’altro lato e quando la frittata sarà pronta servitela calda.

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi augura buon appetito.

post

Profumo di Apple Pie su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme

Oggi Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi svela la ricetta di uno dei classici della cucina americana. Che ne dite della mitica torta di nonna Papera, la Apple Pie, il dolce nazionale americano insieme alla Cheesecake? Ecco la ricetta a prova di ospiti esigenti elaborata da Corso Matteotti 190 Montecatini Terme.

Ingredienti:

450 g di farina 00

225 g di burro freddo

1 pizzico di sale

100 g di acqua ghiacciata

 

Per il ripieno:

1kg di mele renette

1 limone (buccia e succo)

100 g di zucchero

1 cucchiaio di cannella in polvere

Una punta di noce moscata grattugiata

2 cucchiai di acqua

Latte q.b. per spennellare

 

Preparazione:

Iniziate con il realizzare l’impasto. Nella planetaria mettete il burro freddo di frigorifero tagliato a pezzi, la ferina e il pizzico di sale. Azionate la planetaria e aggiungete poi l’acqua ghiacciata, continuate fino ad ottenere un impasto grezzo che trasferirete su una spianatoia con la spatola. Lavorate l’impasto con le mani per 8-10 minuti fino a che non avrà assunto una consistenza liscia, poi mettetelo a riposare in frigo per circa 20 minuti, coperto dalla pellicola trasparente. Procedete ora alla preparazione del ripieno. Per iniziare lavate e sbucciate le mele, poi tagliatele a fettine. Mettete le mele in ammollo in un recipiente con acqua e limone per non farle annerire.

Intanto in una padella fate scaldare lo zucchero, la cannella in polvere e la noce moscata.  Versate i due cucchiai di acqua e fate cuocere il caramello, mescolando con un cucchiaio di legno, fino a quando il caramello non farà delle bolle ampie. A questo punto aggiungete una piccola noce di burro, le mele e la scamorza del limone grattugiata. Fate cuocere per qualche minuto fino a che le mele non saranno leggermente morbide all’esterno. A questo punto spegnete il fuoco e lasciate freddare.

Imburrate leggermente la tortiera dai bordi ondulati di circa 25 cm di diametro e poneteci l’impasto che toglierete dal frigorifero. Dividetelo in due e con un mattarello cominciate a stendere la pasta, cercando di ottenere una forma tondeggiante. Con questo impasto foderate la tortiera e poi distribuite le mele nella tortiera, versandone di più al centro. Aggiungete sulle mele qualche fiocchetto di burro e stendete la parte di pasta rimanente, formando un cerchio uguale al precedente e collocatelo sulla torta per coprirne il ripieno.

Adesso dovete solo rifinire la torta e profilarne i bordi. Con l’aiuto di un coltellino tagliate i bordi in eccesso, chiudete bene i bordi e decorate. Infine spennellate la superficie dell’apple pie con il latte. Per la cottura mettete in forno preriscaldato a 200° per 20 minuti. Dopo questa prima cottura rispennellate con il latte e poi cuocete ancora una volta a temperatura di 180° per 20 minuti. Dopo una terza spennellata cuocete a a 170° per altri 20 minuti. Quando l’Apple Pie avrà preso colore, sarà pronta.

Con Corso Matteotti 190 Montecatini Terme il profumo di Apple Pie si spargerà per tutta la casa.

post

Un aperitivo stuzzicante su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi consiglia oggi una ricetta facile e veloce, un finger food adatto ad ogni occasione e ad ogni palato. Oggi cuciniamo i bocconcini di patate, formaggio e pancetta.

Gli ingredienti sono pochissimi e semplici da reperire: potete usare sia le patate già bollite sottovuoto che quelle fresche da pelare e sbollentare. Prediligete in ogni caso le patate novelle, piccole e dolci. Il formaggio da utilizzare è l’Emmentaler.

Ingredienti:

Patate novelle (1 per ogni bocconcino)

Fettine di pancetta affumicata (2 per ogni bocconcino)

Fettine di Emmentaler (5 gr circa ogni bocconcino)

Olio d’oliva q.b.

 

Preparazione

Prima di bollire le patate novelle sbucciatele, in modo che la cottura sia più veloce. Mentre le patate sono in cottura predisponete le fettine di formaggio e di pancetta. Una volta che le patate saranno cotte scolatele e fatele raffreddare. Poi arrotolate una fetta di formaggi attorno alla patata novella e fate lo stesso con la fetta di pancetta. Il meccanismo è quello di tener fermo il formaggio per non farlo sciogliere troppo in cottura. Disponete quindi un’altra fettina di pancetta lungo l’altro lato e chiudete agevolmente con uno stecchino.

Oleate una teglia e disponetevi i bocconcini ad una giusta distanza. Cuocete in formo a 180 gradi per circa 20 minuti. Controllate comunque frequentemente la cottura.

Un aperitivo stuzzicante adatto per qualunque occasione grazie alle ricette di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme.

 

post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme cucina l’arrosto alla birra

Oggi su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vogliamo dare una ricetta ai palati più esigenti e raffinati che hanno voglia di sperimentare la fusione dei sapori. È questa l’idea alla base dell’arrosto di maiale alla birra, preparato con gustosa arista di maiale insaporita da riduzione alla birra. Vediamo insieme a Corso Matteotti 190 Montecatini Terme gli ingredienti e la preparazione.

Ingredienti:

  • 8 kg di arista di suino
  • 50 gr di pancetta a fette
  • 1 lt di birra chiara
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 2 coste di sedano
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio extravergine d’oliva
  • Salvia
  • Rosmarino
  • Sale e pepe in grani q.b.
  • Finocchietto selvatico
  • Bacche di ginepro
  • Un cucchiaio di farina 00

Preparazione

L’arrosto necessita di essere preparato la sera prima. Avvolgete prima l’arista di maiale nelle fette di pancetta, poi legate il tutto con lo spago e iniziate a condire. Infilate inizialmente un rametto di rosmarino tra lo spago e la carne. Pulite e tagliate cipolla, sedano e carote e mettetele in un recipiente abbastanza grande anche per il taglio di carne. Versate ora la birra, qualche bacca di ginepro e il pepe in grani. Coprite con la pellicola e lasciate a marinare in frigo per tutta la notte.

Il giorno seguente scolate e asciugate la carne, ma tenete da parte la marinatura. Preparate un trito di salvia, aglio e rosmarino e metteteli in un recipiente, aggiungete semi di finocchio, sale e pepe macinato quanto basta e cospargete l’arrosto facendo aderire bene il condimento alla carne.

Ora potete passare alla cottura della carne che deve essere fatta a fuoco lento. Mettete dell’olio in un tegame e unite le verdure della marinatura sgocciolate. Dopo 10 minuti aggiungete gradualmente la marinatura di birra, un mestolo alla volta. Continuate con la cottura a fuoco dolce per circa un’ora girando l’arrosto di tanto in tanto. Per verificare la cottura potete fare la prova dello stecchino: se il liquido che fuoriesce è bianco significa che la carne è cotta, se invece è rosa è ancora cruda.

Quando la carne sarà cotta potete iniziare a fare la riduzione alla birra: frullate nel mixer il fondo di cottura e filtratelo. Dopo aver fatto addensare la riduzione sul fuoco aggiungete un cucchiaio di farina e un po’ d’acqua, giusto per dare densità alla salsa. Servitele l’arrosto ben caldo e guarnito con la riduzione di birra.

Buon appetito con Corso Matteotti 190 Montecatini Terme!

 

post

Pasta con il pesce persico su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme

Oggi Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi illustra la ricetta di uno sfizioso primo di pesce che è perfetto per stupire i vostri ospiti. Oggi cuciniamo la pasta con il pesce persico. Questo primo piatto per noi di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme è una ricetta semplice e allo stesso tempo prelibata, in quanto unisce il pesce persico ad i tipici sapori mediterranei. Ma vediamo nel dettaglio come preparare la pasta al pesce persico.

 

Ingredienti e preparazione per 4 persone:

  • 320 gr di pasta corta
  • 200 gr di filetto di pesce persico
  • 2 filetti sott’olio di acciughe
  • 1 spicchio d’aglio
  • 20 gr di olio extravergine
  • 1 peperoncino fresco
  • 10 capperi sotto sale
  • 200 gr di pomodori ciliegini
  • 1 cipolla rossa
  • 20 gr di olive taggiasche denocciolate
  • 1 scorza di limone
  • Sale, pepe e basilico q.b.

 

La prima cosa da fare è mettere a bollire l’acqua, che servirà per far bollire la pasta naturalmente, ma ci servirà anche per agevolare la cottura del sugo. Dopo aver messo a bollire l’acqua ed averla salta, iniziate con l’affettare finemente la cipolla rossa e il peperoncino fresco (se volete togliete i semi). Affettate anche i capperi, i pomodorini e l’aglio. A questo punto pulite il filetto di persico da eventuali lische e tagliatelo a listarelle e poi a dadini. Tutti questi ingredienti vi serviranno per fare un soffritto in cui il pesce si dovrà cuocere. Versate l’olio extravergine di oliva in un tegame, aggiungete la cipolla, l’aglio e il peperoncino. Unite i capperi tritati e lasciate soffriggere mescolando spesso. Successivamente unite i filetti di alici e irrorate con l’acqua di cottura. Quando le alici si saranno sciolte versate nel tegame i pomodorini e unite il pesce persico e le olive taggiasche. Abbassate il fuoco e lasciate cuocere mescolando delicatamente.  Il pesce persico ha una carne molto compatta, ma anche se sembra sempre intero dovete evitare di cuocerlo per più di 5 minuti.  Salate e pepate a piacere, aromatizzate inoltre con foglie di basilico. Nel frattempo mettete a cuocere la pasta e quando sarà al dente scolatela direttamente nel tegame insieme al sugo di persico. Mantecate a fuoco basso ed aromatizzate con scorza di limone. Et voilà, la pasta al persico può essere servita.