post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme: lasagna autunnale

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme oggi realizza la lasagna autunnale, perfetta per questa stagione.

Innanzi tutto tagliate la zucca e tagliatela a spicchi, poi affettate il porro. Nel frattempo in un tagame scaldate un filo d’olio su una padella e metteteci il porro. A questo punto iniziate a far andare il ragù, facendolo andare piano piano. Mettete poi la zucca che verrà pian piano sciolta all’interno del sugo. Mentre il tutto cuoce, sfumate con il vino bianco, mentre aromatizzate con il rosmarino.

Nel frattempo, quando la zucca sarà pronta, frullatela con il mixer ad immersione per ottenere la crema. A questo punto pulite i funghi, tagliateli e poneteli in una padella a cuocere con un pò d’olio: basteranno 5 minuti per saltarli.

A questo punto preparate la besciamella. Avete tutte le componenti per assemblare la lasagna. Mettiamo uno strato di pasta, della besciamella, del ragù, la zucca e i funghi. Facciamo molti strati in questo modo, fino a che la pirofila non è piena.

La lasagna autunnale è un piatto sfizioso e ricco, che raccoglie in un unico piatto tutti i sapori e i colori dell’autunno.
Gli strati di pasta sfoacchiudono ragù di salsiccia, sfiziosi finghi porcini e una vellutata di zucca mista a besciamella. Il grande classico delle lasagne è satato reinterpretato da noi di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme in questo modo, per festeggiare l’arrivo dell’autunno. Fateci sapere se vi è piaciuta questa nostra lasagna!

 

post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme: couscous alla marocchina

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme torna a parlare di cucina etnica e prepara oggi il couscous alla marocchina.

Ingredienti:

200 gr di Cous cous precotto

200 g Zafferano

1kg di cosciotto d’agnello

80 gr di cipolle bianche

30 gr di zenzero fresco

160 gr di carote

300 gr di zucchine

50 gr di uva passa

100 gr di ceci precotti

 

Qualche stecca di cannella

Prezzemolo, Olio extravergine d’oliva, Sale fino, pepe nero q.b.

Preparazione:

Iniziate dalla preparazione del brodo. Dopo aver disossato il coscio d’agnello mettete l’osso in una pentola insieme alla cannnella, il pepe nero in grani e il sale. Unite la cipolla, le carote e versate l’acqua e lasciate bollire per circa 40 minuti.

Tagliate l’agnello a cubettini e sbucciate lo zenzero. Poi prendete una padella capiente e versateci dentro dell’olio, cipolla a dadini, lo zenzero grattugiato, e l’agnello. Aggiungete man mano anche le carote e le zucchine tagliate. Salate e pepate e fate andare a fuoco moderato facendo attenzione che non si attacchi. Trascorsi 30 minuti aggiungete anche i ceci precotti e dopo altri 20 minuti l’uva passa.

Ora prendete il couscous, distribuitelo in una teglia e aggiungete il sale e lo zafferano. Il brodo, che a questo punto sarà caldo, lo potete versare fino a ricoprire completamente il couscous. Coprite la pirofila con la pellicola trasparente e lasciate cuocere il couscous per circa 3 minuti, fino a quando non avrà assorbito tutto il brodo. Ora togliete la pellicola e sgranate il couscous con una forchetta, per eliminare i grumi.

Per l’impiattamento Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi consiglia di mettete prima il cous cous, poi i pezzi di agnello e la verdura. Aggiungete una spolverata di prezzemolo tritato che si sposa benissimo con questo piatto.

post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme prepara il fritto di calamari

Oggi Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi consiglia dei buonissimi calamari fritti. Può sembrare una ricetta molto semplice e senza sforzo. In realtà il segreto per un buon fritto è tutto nella panatura. I calamari infatti hanno bisogno di un’ottima panatura, altrimenti risulteranno gommosi ed insapori. Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi svela il segreto per dei calamari fritti imbattibili.

 

Ingredienti:

  • 800 gr di calamari
  • 200 gr di farina
  • 1lt di olio per friggere
  • Sale q.b.

 

Preparazione:

Iniziate con la pulizia dei calamari. Sciacquateli sotto abbondante acqua mentre staccate delicatamente la testa dal mantello. Poi cercate la penna di cartilagine trasparente che si trova nel mantello ed estraetela delicatamente, poi estraete le interiora dal mantello.

Passate ora ad eliminare la pelle esterna, incidendo con un coltellino la parte finale del mantello e tirando via il rivestimento. Per terminare la pulizia del mantello rimuovete le pinne. Dopo di che tagliate il mantello ad anelli allo spessore di 0,5 cm. Una volta tagliati mettete il tutto in un colino per sciacquare.

Ora potete iniziare a preoccuparvi della panatura. Distribuite la farina su un vassoio e poi mettete sopra gli anelli di calamaro. Mescolate fino a che la panatura non sarà aderita su tutti i lati. Poi passateli in un colino, in modo che perdano la farina in eccesso. Ora ponete sul fuoco una pentola con l’olio per friggere, una volta raggiunta la temperatura di 170°, mettete a friggere gli anelli impanati. Versatene pochi alla volta e teneteli a cuocere circa 3-4 minuti ciascuno. con l’aiuto di un termometro da cucina. Poi scolateli con una schiumarola e metteteli su un vassoio foderato di carta assorbente per far scolare l’olio in eccesso. Mettete il sale e servite ancora ben caldi.

Buon appettito con Corso Matteotti 190 Montecatini Terme.

post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme: frittata di stagione

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme oggi vi farà una sola domanda. Frittatona? Quante volte lo avete chiesto per riparare un pranzo o una cena all’ultimo momento?

Tutta via la frittata può anche essere ricca, versatile e sfiziosa. È il piatto giusto per essere gustato anche in pezzettini ad un aperitivo. Corso Matteotti 190 Montecatini Terme qui vi propone una versione saporita e di stagione: frittata di patate e carciofi aromatizzata al rosmarino.

Ingredienti:

  • 6 uova
  • 600 gr di carciofi
  • 300 gr di patate rosse
  • 12 gr di scalogno
  • 40 gr di olio di oliva
  • 3 g di sale
  • 2 rametti di rosmarino
  • 3g di pepe

Preparazione:

Iniziate pulendo i carciofi: eliminate il gambo, tagliate via le punte più dure e sfogliate il carciofo. Fate i carciofi a fettine fine e lasciateli in ammollo in acqua e limone per non farli ossidare. Sbucciate le patate  e tagliatele a cubetti sottili. Affettate anche lo scalogno e contemporaneamente mettete un filo di olio d’oliva a riscaldare in una padella capiente.  Appena l’olio sarà caldo unite lo scalogno tritato e fatelo appassire. Aromatizzate con il rosmarino e poi versate le patate e successivamente i carciofi. Quando le verdure saranno cotte sbattete le 6 uova intere con una frusta. Aggiungete alle uova pochissimo latte e se vi piace del parmigiano per insaporire. Versate il composto con le uova ben amalgamato nella padella e fate cuocere a fuoco lento per 12 minuti con il coperchio. Successivamente girate la frittata aiutandovi con il coperchio (nella famosa manovra che non sempre riesce a tutti, quindi se la frittata si rompe non preoccupatevi, andrà meglio la prossima volta). Proseguite la cottura anche sull’altro lato e quando la frittata sarà pronta servitela calda.

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi augura buon appetito.

post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme cucina l’arrosto alla birra

Oggi su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vogliamo dare una ricetta ai palati più esigenti e raffinati che hanno voglia di sperimentare la fusione dei sapori. È questa l’idea alla base dell’arrosto di maiale alla birra, preparato con gustosa arista di maiale insaporita da riduzione alla birra. Vediamo insieme a Corso Matteotti 190 Montecatini Terme gli ingredienti e la preparazione.

Ingredienti:

  • 8 kg di arista di suino
  • 50 gr di pancetta a fette
  • 1 lt di birra chiara
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 2 coste di sedano
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio extravergine d’oliva
  • Salvia
  • Rosmarino
  • Sale e pepe in grani q.b.
  • Finocchietto selvatico
  • Bacche di ginepro
  • Un cucchiaio di farina 00

Preparazione

L’arrosto necessita di essere preparato la sera prima. Avvolgete prima l’arista di maiale nelle fette di pancetta, poi legate il tutto con lo spago e iniziate a condire. Infilate inizialmente un rametto di rosmarino tra lo spago e la carne. Pulite e tagliate cipolla, sedano e carote e mettetele in un recipiente abbastanza grande anche per il taglio di carne. Versate ora la birra, qualche bacca di ginepro e il pepe in grani. Coprite con la pellicola e lasciate a marinare in frigo per tutta la notte.

Il giorno seguente scolate e asciugate la carne, ma tenete da parte la marinatura. Preparate un trito di salvia, aglio e rosmarino e metteteli in un recipiente, aggiungete semi di finocchio, sale e pepe macinato quanto basta e cospargete l’arrosto facendo aderire bene il condimento alla carne.

Ora potete passare alla cottura della carne che deve essere fatta a fuoco lento. Mettete dell’olio in un tegame e unite le verdure della marinatura sgocciolate. Dopo 10 minuti aggiungete gradualmente la marinatura di birra, un mestolo alla volta. Continuate con la cottura a fuoco dolce per circa un’ora girando l’arrosto di tanto in tanto. Per verificare la cottura potete fare la prova dello stecchino: se il liquido che fuoriesce è bianco significa che la carne è cotta, se invece è rosa è ancora cruda.

Quando la carne sarà cotta potete iniziare a fare la riduzione alla birra: frullate nel mixer il fondo di cottura e filtratelo. Dopo aver fatto addensare la riduzione sul fuoco aggiungete un cucchiaio di farina e un po’ d’acqua, giusto per dare densità alla salsa. Servitele l’arrosto ben caldo e guarnito con la riduzione di birra.

Buon appetito con Corso Matteotti 190 Montecatini Terme!

 

post

Ricetta dell’osso buco con piselli di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme

Oggi su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme ci dedichiamo a rivisitare un piatto originario della cucina milanese. La base di questo piatto è l’ossobuco, che al solo pensarci fa venire in mente il risotto giallo, due alimenti che di solito sono sempre di coppia nella cucina lombarda.

La proposta di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme è invece l’ossobuco con piselli. Vediamo gli ingredienti per preparare questo piatto veramente succulento:

  • 4 ossi buchi di carne bovina per un totale di circa 1.4kg
  • 160 gr di piselli surgelati
  • 60 g di vino bianco
  • 50 gr di burro
  • 60 gr di cipolle
  • 60 gr di sadano
  • 60 gr di carote
  • 40 gr di olio extravergine d’oliva
  • 250 gr di brodo
  • Farina q.b.
  • Sale e pepe q.b.

 

Preparazione:

Iniziate preparando il brodo di carne: lavate e pelate le verdure (sedano, carota, cipolla) e ponetele in un tegame capiente dal bordo alto. Aggiungete olio, sale, grani di pepe e chiodi di garofano. Aggiungete la carne e ricoprite il tutto con circa 3 litri di acqua. Lasciate cuocere per circa due ore fino a che il brodo non si sarà ridotto di circa la metà. A fine cottura filtrate il brodo con un colino.

Per fare il soffritto di base tagliate finemente il resto delle verdure (carota, sedano e cipolla) e mettete il trito a soffriggere in un’ampia padella con olio d’oliva e burro fuso. Una volta che la cipolla sarà appassita prendete gli ossibuchi e incidete la membrana che li circonda con le forbici. Questo trucco di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme eviterà che la carne si arricci durante la cottura.

Infarinate gli ossibuchi da entrambi i lati e adagiateli nella padella del soffritto. Fateli rosolare da entrambi i lati e nel frattempo sfumateli frequentemente con vino bianco. Salate, pepate e fate continuare la cottura con il brodo che avete preparato precedentemente. Coprite con il coperchio e continuate la cottura a fuoco dolce per circa 2 ore. A cottura quasi compiuta aggiungete anche i piselli surgelati.

Et voilà, l’osso buco con piselli di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme è pronto!

post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme presenta le polpette di baccalà

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi propone oggi una ricetta molto semplice e di grande effetto a base di pesce. Il pesce che utilizziamo oggi è il merluzzo e la ricetta è quella delle polpette di baccalà.

Questo secondo piatto è saporito e genuino e riesce contemporaneamente a mantenere i gusti originari del merluzzo sotto sale. Vediamo con noi di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme la ricetta completa delle polpette di baccalà.

Ingredienti per 25 polpette:

750 gr di merluzzo baccalà

1 spicchio di aglio tritato

100 gr di pane mollica

80 gr di parmigiano reggiano

prezzemolo tritato

qualche rametto di timo

3 uova

sale, pepe, pangrattato, farina q.b.

olio di semi

 

Preparazione:

Per prima cosa dovete dissalare il baccalà sciacquandolo bene sotto l’acqua e mettendolo a bagno per ben due giorni in acqua fredda, in modo da fargli perdere anche i residui di sale. L’acqua deve essere cambiata almeno due volte al giorno. Quando saranno trascorsi due giorni asciugate il baccalà e poi tagliatelo a pezzetti, dopo aver eliminato tutte le lische frullatelo nel mixer.

Frullate con il mixer la mollica di pane e unitela al baccalà in una capiente ciotola. Unite il prezzemolo, il timo, l’aglio e il parmigiano grattato e aggiustate di pepe e sale. Mescolate e amalgamate bene il tutto in modo da ottenere un composto che si acompatto. a Questo punto con le mani elaborate delle piccole palline di impasto e ponetele su un vassoio.

Predisponete tre ciotole: una per la farina, una per il pangrattato e per l’uovo sbattuto. Passate le palline in ordine prima nella farina, poi nell’uovo e infine nel pan grattato. Predisponete una casseruola dai bordi alti e fatevi bollire dell’olio di semi. Quando sarà caldo friggete le polpette e poi scolatele con l’aiuto di una schiumarola. Prima di servirle posatele sulla carta assorbente.

Buon appetitto con Corso Matteotti 190 Montecatini Terme.

post

Bombette pugliesi su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme compie oggi un viaggio culinario nella splendida Puglia, terra di sole e mare. I piatti tradizionali pugliesi utilizzano i prodotti della terra e del mare: è proprio questo elemento che rende la cucina pugliese così completa e unica.

Oggi su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme cuciniamo le bombette pugliesi,  un secondo piatto di carne. Questa ricetta unisce il vitello al tipico sapore del caciocavallo. Il nome deriva dalla forma che la carne arrotolata assume. Vediamo nel dettaglio come preparare le bombette pugliesi.

Ingredienti:

  • 12 fettine di vitello sottile
  • 12 fette di pencetta
  • 150 gr di caciocavallo
  • Prezzemolo
  • Olio, sale e pepe q.b.
  • 1 spicchio di aglio

 

Preparazione

Iniziate tagliando il caciocavallo a fettine sottili. Se le fettine di vitello non sono abbastanza sottili battetele con un batticarne per renderle più sottili. Ponete le fettine di carne sopra ad un piano, salatele e pepatele. A questo punto potete iniziare a comporre  le bombette: ponete su ciascuna fetta di carne una fetta di pancetta, poi qualche fettina di caciocavallo, il prezzemolo e l’aglio tritato. Arrotolate le fettine su loro stesse e fermatele con uno stuzzicadenti. Per cuocerle disponetele su una pirofila ben oliate e mettetele in forno preriscaldato a 200 gradi per circa trenta minuti.

Con la ricetta di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme anche oggi avete preparato un piatto semplice e veloce, ma dal sapore gustoso. Continuate a seguirci!

 

post

Uova alla piemontese riadattate da Corso Matteotti 190 Montecatini Terme

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi conduce oggi alla scoperta della poliedrica cucina piemontese. La regione del nord Italia con capoluogo Torino evoca piatti caldi e robusti, dal sapore deciso un po’ come tutte le cucine del nordiche. I piatti tipici sono contraddistinti dall’amore per le lunghe cotture: carni cotte nel vino, bolliti, fritti misti e risotti. Read More

post

Emilia Romagna in cucina: le lasagne alla bolognese

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme approfondisce oggi la cucina tipica dell’Emilia Romagna. La cucina emiliana e quella romagnola sono talmente ricche e complete che molte ricette sono entrate a far parte della tradizione italiana.

Read More