post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme: risotto alle zucchine

 

Su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme abbiamo voglia di risotto. Con cosa potremmo preparare un risotto semplice e sfizioso, che non ci porti via troppo tempo? è un classico, ma sempre apprezzato da tutti: oggi su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme prepariamo il risotto alle zucchine e gamberetti. Gli ingredienti sono per 4 persone.

Ingredienti

  • 300 gr. di riso
  • 200 gr. di gamberetti sgusciati
  • 2 zucchine di 100 g circa l’una
  • 1 scalogno
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • Brodo vegetale q.b.
  • 1 noce di burro
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • Sale q.b.
  • Prezzemolo q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione

Iniziate col mettete sul fuoco una padella con 2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva, al quale aggiungerete un trito di scalogno, in modo che soffrigga. Nel frattempo lavate e tagliate le zucchine a rondelle, poi versatele nella padella. Salate e fatele soffriggere trito e zucchine per circa 10 minuti, finché non sono diventate più morbide. A questo punto siamo pronti per versare il riso. Iniziamo da subito a mescolare vigorosamente, dopo due minuti aggiungete il vino. Continuate a mescolare senza e ad irrorare di brodo fino a che il riso non sarà cotto. Ricordate che se il risotto si asciuga troppo e si attacca alla pentola, il risultato sarà compromesso, quindi fate attenzione e mescolate continuamente.
Circa 10 minuti prima della fine della cottura, quando il riso è ancora al dente, aggiungete i gamberetti, in quanto sono molto più veloci nella cottura rispetto alle zucchine.
A cottura terminata amalgamate bene il riso con una noce di burro, spolverate con il prezzemolo e, se volete, aggiungete il pepe.
Il vostro risotto alle zucchine e gamberetti, preparato secondo la ricetta di Corso Matteotti 190 Montecatini è pronto, ricordatevi di servirlo bene caldo.
post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme: la zuppa autunnale

L’Autunno è arrivato anche su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme e porta con sè tanti sapori genuini e ricchi. La zuppa autunnale che prepariamo questa volta è perfetta per le giornate fredde ed è anche nutriente perchè raccoglie tutta la verdura di stagione ricca di vitamine per affrontare l’inverno. Il tocco croccante è dato dal pane tostato. Non perdetevi la zuppa autunnale che oggi prepariamo su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme.

Ingredienti

  • 840 gr di zucca
  • 500 g di fagioli borlotti
  • 80 g di porri
  • 100 g di cavolo nero
  • 2 litri di brodo vegetale
  • 8 fette di pane
  • alloro, gherigli di noci, rosmarino
  • 40 gr olio extravergine di oliva
  • Sale e pepe q.b.

Preparazione

Iniziate tagliando le verdure: sbucciate e tagliate la zucca, sgranate i fagioli e raccoglieteli dentro una ciotola, spuntate il porro alla bese, lavate le foglie del cavolo e tagliatele in parti grossolane. Adesso gli ingredienti sono pronti per la cottura: scaldate l’olio di oliva in un tegame ampio, aggiungete prima il porro, dopo un minuto aggiungete la zucca a dadini, i fagioli e il cavolo nero. Nel frattempo continuate ad aggiungere il brodo che contribuirà a stufare le verdure.

Alla fine aggiungete il mazzetto di erbe aromatiche, che potete legare per poi toglierle più agevolmente a fine cottura. Coprite le verdure con il brodo, in modo che risultino completamente immerse nel liquido, quindi coprite con il coperchio e lasciate cuocere per circa 2 ore, mescolando ogni tanto per evitare che le verdure si attacchino sul fondo. A questo punto le verdure risulteranno tenere, eliminate il rametto di erbe aromatiche e limitatevi a tenere in caldo. Adesso passiamo alla parte croccante, il pane. Affettale il filone di pane, mettete le fette in una teglia per il forno.  Cospargete di olio d’oliva, sale e rosmarino. Poi accendete il forno a 240°, in modalità grill e infornate per 3-4 minuti. Ora ponete i gherigli di noci in una padella ben calda, tostatele per 3 minuti e uniteli alla zuppa.

A questo punto la vostra zuppa autunnale preparata secondo la ricetta di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme è pronta, non vi resta che servirla ben calda accompagnata dal pane.

post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme: la caponata

Oggi con Corso Matteotti 190 Montecatini Terme compiamo un’incursione nella cucina siciliana. Questa di partenza è il frutto della tradizione povera, basata su alcuni ingredienti tipici come melanzane, pomodori e basilico. Proprio questi ingredienti sono i protagonisti indiscussi del piatto che andremo a preparare oggi. Oggi su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi presentiamo la caponata.

 

Ingredienti:

  • Melanzane 1 kg
  • Sedano 600 coste
  • Cipolle 250 g
  • Olive nere in salamoia denocciolate 200 g
  • Capperi sotto sale 50 g
  • Pinoli 60 g
  • Pomodori ramati (o altra varietà da sugo) 500 g
  • Zucchero 50 g
  • Aceto di vino bianco 50 g
  • Basilico q.b.
  • Olio extravergine d’oliva 15 g
  • Sale grosso 30 g
  • Olio di semi per friggere le melanzane 300 g

 

Come procedere:

Per preparare la caponata cominciate lavando le melanzane e tagliandole a cubetti, che andrete poi a cospargere con sale grosso. Se mettete un peso sopra alle melanzane potete notare che perderanno più velocemente acqua, che deve essere tolta per perdere l’amaro. Passate poi al sedano, che deve essere sempre tagliato a cubetti e poi bollito in acqua bollente e salata. Alla fine del processo i sedani devono essere scolati e lasciati ad asciugare su un canovaccio. Tagliate poi le cipolle e fatele a fettine finissime, poi cuocetele in padella a fiamma bassa in una grande padella con 15 g di olio extravergine d’oliva. Dopo una decina di minuti le cipolle sono ammorbidite e potete aggiungere i capperi dissalati, le olive nere snocciolate ed i pinoli. Lasciate a cuocere e nel frattempo lavate i pomodori e tagliateli a cubetti. Aggiungete i pomodori nella padella insieme agli altri ingredienti e continuate a cuocere. In un’altra padella lasciate riscaldare 10 g di olio extravergine d’oliva e versate i dadini di sedano sbollentati lasciandoli soffriggere per un paio di minuti. Per quanto riguarda le melanzane, sciacquatele sotto l’acqua per far perdere il sale e poi friggeteli in padella con olio di semi. Dopo aver riunito tutti gli ingredienti insieme aggiungete lo zucchero e l’aceto di vino bianco. Lasciate sfumare e grazie ai consigli di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme, la vostra caponata sarà pronta.

post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme: tasche di pollo al caprino

Oggi Corso Matteotti 190 Montecatini Terme cucina le tasche di pollo ripiene di caprino. Un piatto fresco, estivo e molto gustoso con il quale potrete stupire i vostri amici.

Ingredienti per le tasche di pollo

  • 1 kg di pollo
  • 160 gr di caprino
  • Erba cipollina
  • Pangrattato
  • Prezzemolo
  • 1 spicchio d’aglio
  • Rosmarino
  • Timo
  • Olio d’oliva extravergine
  • Sale e pepe q.b.

 

Preparazione:

Iniziate con i petti di pollo, tagliati a metà, puliteli dalla cartilagine e dalle ossicine. Tagliate i petti partendo dall’alto con un coltello affilato, incidendo la carne in modo da creare la tasca, ma senza tagliare fino in fondo la carne per impedire al ripieno di uscire.

Pensate ora al ripieno: ponete il caprino in una terrina, tritate l’erba cipollina, aggiustate di sale e pepe.

Passate ora a farcire il pollo, aprite le tasche e con un cucchiaino spalmate la carne con abbondante caprino. Chiudete il pollo premendo bene l’incisione per evitare che si apra.

Preparate ora la panatura, tritando insieme prezzemolo, rosmarino, timo e aglio. Distribuite il pangrattato su vassoio e aggiungete il trito. Prima di passare la carne nel pangrattato e nel trito oliate bene i due lati del pollo.

Disponete la carne su una teglia foderata di carta forno. Cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per 25 minuti, poi per finire alzate il forno a 210° in modalità grill per 5-6 minuti.

Tasche di pollo pronte per essere mangiate, insieme e noi di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme!

 

post

Risotto alla crema di scampi su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme

Oggi Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi propone la ricetta del risotto alla crema di scampi, un piatto profumato e perfetto per l’estate. Questo prelibato piatto mette insieme la delicatezza del risotto e il sapore di mare degli scampi. Ecco la ricetta di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme.

Ingredienti:

  • 320 gr di riso carnaroli
  •  1,2 kgr di scampi
  • 60 g di brandy
  • 80 gr di olio extravergine di oliva
  • 100 gr di scalogno
  • 1 spicchio d’aglio
  • 45 gr di panna fresca liquida
  • 1 limone
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • Sale , pepe e timo q.b.
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1,2 litro di acqua

Preparazione:

Prima di tutto dobbiamo fare il fumetto di scampi. Iniziate pulendo accuratamente gli scampi. Tagliate lo scalogno a fettine e versatelo insieme all’olio e all’aglio schiacciato in un tegame. Lasciate rosolare il tutto a fiamma viva e unite gli scarti degli scampi, sfumate il tutto con il brandy. Una volta che la parte alcolica sarà del tutto evaporata unite il prezzemolo, l’acqua, il sale grosso e il pepe in grani. Per ultimo aggiungete anche il concentrato di pomodoro e cuocete a fiamma moderata per 30 minuti. Una volta che il fumetto di crostacei sarà pronto potrete filtrarlo con un colino.

Ora passiamo alla crema di scampi. In una padella versate 20 gr di olio insieme ad uno spicchio d’aglio e lasciatelo dorare a fiamma moderata, poi eliminate l’aglio. Aggiungete gli scampi puliti e lasciateli rosolare, sfumando con il limone. Poi versate gli scampi in un contenitore, aggiungete un mestolo di fumetto, la panna fresca e frullate con il mixer fino ad ottenere una crema.

Tritate ora lo scalogno e lasciatelo rosolare nell’olio, aggiungendo anche un mestolo di fumetto. Poi unite il riso e lasciatelo tostare girandolo spesso. Cuocete il riso aggiungendo di volta in volta il fumetto quando il riso si asciuga. A cottura ultimata mantecate con la crema di scampi e aromatizzate con la scorza grattugiata del limone. Aggiungete il timo…. E voilat, il risotto alla crema di scampi di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme è servita.

 

post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme: spaghetti crema di burrata e melanzane

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme oggi vi propone una ricetta fresca adatta per l’estate, che vi permetterà di fare un figurone con i vostri ospiti. Vediamo come preparare gli spaghetti con crema di burrata e melanzane.

Ingredienti:

  • 320 g di spaghetti
  • 300 g di burrata
  • 15 g di basilico
  • 50 g di olio extra vergine
  • 100 g di melanzane
  • 30 g di pinoli
  • Sale e pepe q.b.
  • Olio di semi q.b.

 

Preparazione:

Per realizzare gli spaghetti con crema di burrata e melanzane ponete in un mixer la burrata tagliata in pezzi, aggiungete le foglie di basilico, versate l’olio di oliva, sale e pepe. Frullate il tutto fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea e poi ripontela in frigorifero. Lavate e pulite la melanzana, poi affettatela sottilmente e ricavate dalle fettine le striscioline alla julienne.

In una padella mettete a bollire dell’olio di semi fino a farlo arrivare a temperatura. Friggete poi  le listarelle di melanzane fino a che non risulteranno ben dorate. A cottura ultimata, estraete le melanzane dall’olio con una pinza da cucina e adagiatele su un vassoio rivestito con carta assorbente, che servirà ad assorbire l’olio in eccesso.

Nel frattempo mettete a bollire l’acqua per la pasta. A parte, in un’altra padella, tostate i pinoli a fuoco vivace per due minuti o fino a quando non risulteranno dorati. Cuocete gli spaghetti per 9 minuti o poco meno del tempo riportato sulla confezione, perché devono risultare al dente. Ora in un tegame largo versate la crema di burrata e stemperate con un mestolo di acqua di cottura degli spaghetti per rendere la crema più morbida, una volta cotti gli spaghetti scolateli direttamente nel tegame della crema. Aggiungete anche le melanzane fritte e i pinoli tostati, servite gli spaghetti ben caldi, guarnendo il piatto con le listarelle di melanzane.

Buon appetito da Corso Matteotti 190 Montecatini Terme.

 

post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme: involtini di pollo e fagiolini

Noi di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme davanti a delle fettine di pollo sappiamo sempre come va a finire: abbiamo sempre tante idee, ma poi finiamo sempre per cuocerle ai ferri. Con gli involtini di pollo e fagiolini proposti da noi di Corso Matteotti 190 questa storia avrà un lieto fine: vi proponiamo un’idea semplice da realizzare e allo stesso tempo gustosa. Noi di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme di solito abbiniamo questa ricetta con delle ottime patate allo yogurt, un’idea originale e fresca perfetta in abbinamento.

Ingredienti:

  • 8 fettine di pollo per un totale di 240 g
  • 100 g di fagiolini freschi
  • 30 g di senape piccante
  • 70 g di prosciutto crudo
  • Sale e olio d’oliva q.b.

 

Preparazione:

Iniziate dai fagiolini, puliteli e lavateli sotto l’acqua. Sbollentateli per circa 10-15 minuti, giusto il tempo per farli diventare un po’ morbidi. Scolate i fagiolini e lasciateli raffreddare un po’, aggiungendo del sale. Su un tagliere disponete le fettine di petto di pollo e salatele solo in superficie, poi spalmatevi un po’ di senape.

Sistemate sopra una manciata di fagiolini e arrotolate la fettina di carne in modo da formare un involtino. Fermate la fettina di pollo con due stuzzicadenti per essere sicuri che non si apra durante la cottura.

Versate dell’olio extravergine d’oliva in una padella e quando sarà ben caldo adagiate gli involtini rigirandoli dopo pochi minuti di cottura a fiamma viva. Togliete gli spiedini dal fuoco e arrotolate anche le fette di prosciutto. Completate la cottura utilizzando il fondo di cottura precedente in forno.

post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme: sono arrivati i panzerotti!

Oggi Corso Matteotti 190 Montecatini Terme cucina i panzerotti, squisiti antipasti fingerfood perfetti per l’estate e di origine pugliesi. Ecco gli ingredienti:

Per i panzerotti:

  • 570 gr di acqua tiepida
  • 500 gr di farina 00
  • Lievito di birra in bustina e in cubetti
  • 15 gr di olio extravergine di oliva
  • 500 gr di farina manitoba o 0 500
  • Sale grosso e zucchero q.b.
  • Olio di semi per friggere

Per il ripieno:

  • 500 g di mozzarella
  • 200 g di passata di pomodoro
  • Origano e sale q.b.

 

Preparazione:

Iniziate mescolando in una ciotola capiente la farina 00 e la farina manitoba o 0. Sciogliete il lievito in poca acqua tiepida e unite anche lo zucchero, poi aggiungete il lievito sciolto nella restante farina, fate sciogliere il sale grosso e aggiungete anche l’olio. Montate gli ingredienti con le mani o con la planetaria e quando l’impasto sarà liscio disponetelo sulla spianatoia.  Dividete l’impasto ottenuto in 20 parti da circa 80 gr l’una e formate una pallina con ogni parte. Fate lievitare le palline, in forno spento con la luce accesa oppure coperte con un canovaccio, fino a che non avranno raddoppiato di volume. Il tempo da aspettare è circa 2 ore e mezzo.

Nel frattempo potete preparare il ripieno per i panzerotti: tagliate la mozzarella a cubetti, mescolatela insieme alla passata di pomodoro , poi salate e insaporite con l’origano a piacere.

Quando le palline saranno lievitate, stendetele e datele una forma tonda. Mettete al centro il ripieno e richiudete il panzerotto formando una mezzaluna. Ora potete sigillarlo esercitando pressione con le dita, premendo anche con i denti della forchetta per evitare che il ripieno fuoriesca. Adesso tuffate i panzerotti in olio bollente, che avete fatto precedentemente preriscaldare in un’ampia casseruola. Quando saranno pronti scolateli su carta assorbente e serviteli ancora belli caldi.

 

post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme e la caprese decadente

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme è sempre a lavoro per cercare ricette nuove e particolari. Oggi il nostro vagabondaggio da tastiera è caduto su una ricetta strana e suggestiva, che non potevamo certo non recensire.

La ricetta in questione si trova all’interno del grande contenitore enogastronomico che è Giallo Zafferano. La ricetta è una versione riveduta e corretta della caprese, anzi, noi di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme oseremo dire quasi una rivisitazione letteraria.

La caprese nasce infatti nel 1920 grazie al futurista Marinetti, che aveva organizzato una cena a Capri. Tra i dettami del Manifesto della Cucina Futurista c’era anche l’abbinamento tra cibo e poesia e a Marinetti sembrava che questi colori sgargianti e patriottici potessero fare al caso suo.

La proposta di Giallo Zafferano è quella di cambiare il periodo poetico in abbinamento alla caprese. Cosa succede se la caprese diventa decadente e si colma delle atmosfere surreali e cupe di Baudelaire? Pronti per rileggere i fiori del male e per vivere le atmosfere dei bohémien parigini?

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi descrive la ricetta dell’anticaprese, che non è veloce, non è tricolore e non è semplice, ma è decadente!

Ingredienti:

  • 600 gr di burrata
  • 15 gr di basilico
  • 1 gr di scaglie di sale nero
  • 220 gr di ciliegino
  • 100 gr farina 00
  • 70 gr di acqua
  • 85 gr di semi di papavero
  • 3 gr di sale
  • 500 gr di olio di semi
  • 35 gr di farina di riso Artemide o Venere
  • Olio d’oliva
  • Sale e pepe q.b.

Preparazione:

Cominciate dall’impasto delle sfoglie di riso nero: in una ciotola unite la farina bianca a quella di riso Artemide o Venere e mescolatele energicamente. Aggiungete quindi il sale, l’olio e infine acqua. Appena l’impasto raggiunge una consistenza sufficiente, trasferitelo sul piano da lavoro e dopo averlo impastato con le mani, quando la consistenza è giusta, stendetelo fino a formare una foglia sottile.  Con un coppapasta da circa 9,5 cm di diametro tagliate via 4 dischi. Trasferite le sfoglie in una teglia rivestita con carta da forno e dopo aver spennellato la superficie con l’olio extravergine, cuocete in forno preriscaldato a 180° per 14 minuti.

Ora lavate i pomodorini, preparate una pastella unendo farina, acqua e sale. Il passaggio per preparare i pomodorini è il seguente: prima infarinarlo, poi intingetelo nella pastella e infine rotolatelo nei semi di papavero. Friggete pochi pomodorini alla volta in abbondante olio di semi ben caldo.

Ora occupatevi della composizione del piatto che in questo caso è fondamentale. Ponete in ogni piatto mezza burrata, adagiatevi delicatamente sopra una sfoglia e poi distribuite intorno 4-6 pomodorini fritti, le foglie di basilico nero. Infine spolverate con una macinata di scaglie di sale nero e la vostra caprese decadente è pronta per essere servita!

 

post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme prepara la Ceasar Salad

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme prepara oggi la Ceasar Salad, ritenuta una bandiera della cucina italiana all’estero e soprattutto in America. La Caesar salad è una celebre insalata creata dallo chef italiano Cesare Cardini, emigrato negli Stati Uniti dopo la prima guerra mondiale e vissuto a San Diego. Nel 1924 Cesare apre un ristorante in Messico e crea questa insalata con l’intento di unire ingredienti tipici italiani come il parmigiano, la lattuga romana e l’olio extravergine di oliva, con i tipici sapori americani che si ritrovano nella salsa Worcestershire, usata per il condimento dell’insalata. Ben presto questa insalata diverrà molto famosa negli Stati Uniti e in seguito anche in Europa. Oggi Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi svela la ricetta della Ceasar Salad.

Ingredienti:

  • 4 crespi di lattuga romana
  • 2 fette di pane casareccio
  • 100 gr di scaglie di parmigiano reggiano
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 cucchiaino di salsa Worcestershire
  • 2 limoni
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale e pepe

 

Preparazione:

La preparazione della Ceaser Salad è molto semplice, tuttavia deve seguire delle importanti regole per essere riprodotta a regola d’arte. Iniziate scegliendo le foglie più tenere e interne della lattuga romana lavatele e asciugatele. Eliminate la crosta dalle fettine del pane e tagliatelo a quadretti; poi fateli soffriggere con olio e aglio in padella, in modo da creare dei crostini.

Potete preparare la salsa worcestershire in autonomia oppure comprarla già fatta ed aggiungerla all’insalata. Adesso dovete preparare la salsa per l’insalata. Mettete nel bicchiere del robot il succo di limone, l’uovo freschissimo cotto per un minuto in acqua bollente, l’aceto, l’aglio, la salsa worcestershire, il sale, il pepe macinato fresco. Cominciate a frullare il composto e per far venire la salsa densa dovete unire olio poco alla volta.

Per assemblare l’insalata basterà mettere le foglie di lattuga romana sul fondo, unire i crostini di pane, le scaglie di parmigiano reggiano e condire til tutto con la salsa che avete appena ottenuto.