post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme: frittata di stagione

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme oggi vi farà una sola domanda. Frittatona? Quante volte lo avete chiesto per riparare un pranzo o una cena all’ultimo momento?

Tutta via la frittata può anche essere ricca, versatile e sfiziosa. È il piatto giusto per essere gustato anche in pezzettini ad un aperitivo. Corso Matteotti 190 Montecatini Terme qui vi propone una versione saporita e di stagione: frittata di patate e carciofi aromatizzata al rosmarino.

Ingredienti:

  • 6 uova
  • 600 gr di carciofi
  • 300 gr di patate rosse
  • 12 gr di scalogno
  • 40 gr di olio di oliva
  • 3 g di sale
  • 2 rametti di rosmarino
  • 3g di pepe

Preparazione:

Iniziate pulendo i carciofi: eliminate il gambo, tagliate via le punte più dure e sfogliate il carciofo. Fate i carciofi a fettine fine e lasciateli in ammollo in acqua e limone per non farli ossidare. Sbucciate le patate  e tagliatele a cubetti sottili. Affettate anche lo scalogno e contemporaneamente mettete un filo di olio d’oliva a riscaldare in una padella capiente.  Appena l’olio sarà caldo unite lo scalogno tritato e fatelo appassire. Aromatizzate con il rosmarino e poi versate le patate e successivamente i carciofi. Quando le verdure saranno cotte sbattete le 6 uova intere con una frusta. Aggiungete alle uova pochissimo latte e se vi piace del parmigiano per insaporire. Versate il composto con le uova ben amalgamato nella padella e fate cuocere a fuoco lento per 12 minuti con il coperchio. Successivamente girate la frittata aiutandovi con il coperchio (nella famosa manovra che non sempre riesce a tutti, quindi se la frittata si rompe non preoccupatevi, andrà meglio la prossima volta). Proseguite la cottura anche sull’altro lato e quando la frittata sarà pronta servitela calda.

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi augura buon appetito.

post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme presenta le polpette di baccalà

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi propone oggi una ricetta molto semplice e di grande effetto a base di pesce. Il pesce che utilizziamo oggi è il merluzzo e la ricetta è quella delle polpette di baccalà.

Questo secondo piatto è saporito e genuino e riesce contemporaneamente a mantenere i gusti originari del merluzzo sotto sale. Vediamo con noi di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme la ricetta completa delle polpette di baccalà.

Ingredienti per 25 polpette:

750 gr di merluzzo baccalà

1 spicchio di aglio tritato

100 gr di pane mollica

80 gr di parmigiano reggiano

prezzemolo tritato

qualche rametto di timo

3 uova

sale, pepe, pangrattato, farina q.b.

olio di semi

 

Preparazione:

Per prima cosa dovete dissalare il baccalà sciacquandolo bene sotto l’acqua e mettendolo a bagno per ben due giorni in acqua fredda, in modo da fargli perdere anche i residui di sale. L’acqua deve essere cambiata almeno due volte al giorno. Quando saranno trascorsi due giorni asciugate il baccalà e poi tagliatelo a pezzetti, dopo aver eliminato tutte le lische frullatelo nel mixer.

Frullate con il mixer la mollica di pane e unitela al baccalà in una capiente ciotola. Unite il prezzemolo, il timo, l’aglio e il parmigiano grattato e aggiustate di pepe e sale. Mescolate e amalgamate bene il tutto in modo da ottenere un composto che si acompatto. a Questo punto con le mani elaborate delle piccole palline di impasto e ponetele su un vassoio.

Predisponete tre ciotole: una per la farina, una per il pangrattato e per l’uovo sbattuto. Passate le palline in ordine prima nella farina, poi nell’uovo e infine nel pan grattato. Predisponete una casseruola dai bordi alti e fatevi bollire dell’olio di semi. Quando sarà caldo friggete le polpette e poi scolatele con l’aiuto di una schiumarola. Prima di servirle posatele sulla carta assorbente.

Buon appetitto con Corso Matteotti 190 Montecatini Terme.

post

Su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme arriva l’Irish Stew

Oggi noi di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme ci cimentiamo in una ricetta tradizionale della bella terra d’Irlanda. In onore della festa di San Patrizio, che si celebrerà il 17 marzo, oggi prepariamo l’Irish Stew, il prelibato stufato d’agnello tradizionale.

La ricetta, testata più di una volta da noi di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme, non è difficile nell’esecuzione, ma richiede molto tempo, quello che la carne ha bisogno di passare nel brodo per diventare tenera. In onore della festa di San Patrizio vi consigliamo vivemente di accompagnare questo succulento piatto con una pinta di Guinness.

Vediamo come preparare questo gustoso piatto con la ricetta di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme.

Ingredienti
2 kg di carne di agnello (preferibilmente spalla) 
150 gr di carote 
150 gr di cipolle bianche 
20 gr di farina 00 
30 gr di olio extravergine 
1 rametto di prezzemolo
600 gr di patate
sale e pepe q.b.
qualche folgia di alloro
chiodi di garofano
sale gorsso
5 gr di bacche di ginepro
pepe nero in grani

Preparazione

Iniziate separando la polpa dell’agnello dalle ossa: con la carne farete i bocconcini dello stufato, con le seconde preparerete il brodo. Riempite una pentola d’acqua e aggiungete una cipolla intera a cui fissate l’alloro con i chiodi di garofano a mò di puntine, la carota, i grani di pepe nero e le bacche di ginepro. Unite le ossa dell’agnello, il sale grosso e mettete a bollire per circa 1 ora, schiumando di tanto in tanto con un mestolo forato per eliminare il grasso in eccesso.

A questo punto potete procedere con la preparazione dell’Irish Stew: iniziate pelando le carote e le patate, poi tagliate in maniera sottile una cipolla. Tagliate a cubetti le carote e le patate e della stessa dimensione tagliate anche la polpa d’agnello. La carne deve essere prima infarinata e poi messa in un’ampio tegame con un fondo di olio d’oliova. Dopo 5 minuti si possono aggiungere anche il resto degli ingredienti escluse le patate. Irrorate ora con il brodo che avete preparato precedentemente, fino a ricoprire completamente la carne. Chiudete il coperchio e cuocete a fuoco moderato per circa 1 ora. Dopo questo tempo potete aggiungere le patate, dopo di che cuocete per altri 50 minuti.

A cottura terminata aggiungete un pò di prezzemolo fresco tagliato e servite ben caldo. Noi di Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi garantiamo che il profumo di Irish Stew si spargerà nell’aria invogliandovi a mangiarlo insieme agli amici.

post

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme e la vera ricetta del pesto

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme si trasferisce oggi nella meravigliosa Riviera Ligure. E cosa vi viene in mente quando pensate alla Liguria, Sanremo a parte? Ovviamente l’ambasciatore ligure nel mondo non può che essere sua maestà il pesto alla genovese, che ricrea i profumi e i colori della regione.

Read More

post

Risotto allo zafferano su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme

Oggi Corso Matteotti 190 Montecatini Terme in vista del pranzo vi porta alla scoperta della cucina lombarda. Quella della regione con capoluogo Milano è una gastronomia altamente differenziata tra provincia e provincia, grazie anche alla storia differente vissuta dai vari territori. Un denominatore comune lo si trova nei piatti derivanti dai prodotti tipici locali come pesce d’acqua dolce, latticini, carne bovina, riso e mais.

Anche l’ingrediente principale che va a comporre il piatto che vi presentiamo oggi è uno di quelli tradizionali, che si narra sia stato introdotto nella cucina milanese nel 1500. Oggi su Corso Matteotti 190 Montecatini Terme prepariamo il risotto allo zafferano.

Una prima raccomandazione doverosa prima di iniziare: il risòtt giald – come viene chiamato dai milanesi il risotto allo zafferano – si differenzia dal risotto alla milanese che presenta delle piccole ma sostanziali differenze.

Ingredienti per 4 persone

  • 125 g di burro
  • 1 litro di brodo
  • 1 cipolla
  • 150 gr di grana padano grattugiato
  • 1 pizzico di pistilli di zafferano
  • 1 bustina di zafferano
  • 350 gr di riso arborio
  • 200 ml di vino bianco

 Preparazione

Fate sciogliere 80 gr di burro a fuoco lento e non appena sarà caldo aggiungete la cipolla che avrete precedentemente tritato. Unite il riso e fatelo tostare facendogli assorbire bene il burro. Alzate il fuoco e cominciate a bagnare il riso prima con il vino e poi con due mestoli di brodo bollente. Portate ad evaporazione prima il vino e poi il brodo, continuando sempre a mescolare frequentemente con un cucchiaio di legno. Prima che il riso si sia del tutto asciugato aggiungete altri due mestoli di brodo e ripetete l’operazione fin quando il riso non sarà completamente cotto.

A parte sciogliete lo zafferano della bustina in poco brodo e versatelo nel riso durante gli ultimi 5 minuti di cottura. Una volta che il riso avrà raggiunto la cottura desiderata toglietelo dal fuoco e mantecatelo con il grana grattugiato e con il resto del burro.  Prima di servirlo spargete i pistilli di zafferano sul risotto per decorare la presentazione del piatto.

Buon appetito da Corso Matteotti 190 Montecatini Terme.

post

Uova alla piemontese riadattate da Corso Matteotti 190 Montecatini Terme

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme vi conduce oggi alla scoperta della poliedrica cucina piemontese. La regione del nord Italia con capoluogo Torino evoca piatti caldi e robusti, dal sapore deciso un po’ come tutte le cucine del nordiche. I piatti tipici sono contraddistinti dall’amore per le lunghe cotture: carni cotte nel vino, bolliti, fritti misti e risotti. Read More

post

Emilia Romagna in cucina: le lasagne alla bolognese

Corso Matteotti 190 Montecatini Terme approfondisce oggi la cucina tipica dell’Emilia Romagna. La cucina emiliana e quella romagnola sono talmente ricche e complete che molte ricette sono entrate a far parte della tradizione italiana.

Read More

post

COXINHAS BRASILIANE

Oggi da Corso Matteotti 190 Montecatini vi proponiamo la ricetta delle Coxinhas Brasiliane.

La coxinha è un antipasto tipico brasiliano simile ai nostri arancini siciliani. Il termine coxinha in portoghese significa piccola coscia di pollo e rimanda alla caratteristica forma di questo “arancino”.

Da Corso Matteotti 190 Montecatini condividiamo con voi la ricetta.

 

INGREDIENTI per il ripieno:

  • 300gr di petto di pollo
  • 1carota,un pezzo di sedano, e un po’ di prezzemolo tritato
  • 2cucchiai di passata di pomodoro
  • 2cucchiai di olio
  • sale
  • pepe
  • aglio
  • alloro

INGREDIENTI per l’impasto:

  • 400ml di brodo di pollo
  • 125ml di latte
  • 50gr di burro
  • 250gr di farina 00
  • 1uovo (tuorlo)

INGREDIENTI per la pastella:

  • 50gr di farina 00
  • 75ml di latte

 

PREPARAZIONE:

FASE 1:Preparazione del ripieno. Per preparare le coxinhas tagliate a bocconcini il petto di pollo, poi  ponete il pollo,le  verdure (carota,cipolla e sedano), l’alloro e  l’aglio in un tegame alto, aggiungete il sale e ricoprite d’acqua. Quando il pollo sarà bollito, scolatelo e conservate il brodo. Tritate i pezzi di pollo bollito, nel frattempo in una padella mettere a soffriggere uno spicchio d’aglio in due cucchiai di olio e fate appassire mezza cipolla tritata, poi aggiungete la salsa di pomodoro, fate cuocere qualche minuto e aggiungete il pollo tritato,sale, pepe e prezzemolo.

FASE 2: Preparazione dell’impasto. Fate sciogliere il burro in un tegame, aggiungete il brodo di pollo e il latte e portate tutto ad ebollizione. Aggiungete la farina e mescolate con una frusta mentre il tutto continua a cuocere a fuoco basso fino a quando la farina non avrà assorbito i liquidi e l’impasto si staccherà dalla pentola e risulterà ben compatto. Lasciate intiepidire e amalgamate infine il tuorlo all’impasto.

FASE 3: dare forma alle coxinhas. Prendete una porzione d’impasto (circa50gr), schiacciatela sul palmo della mano e  aggiungete un cucchiaino di ripieno (come si fa per la  preparazione degli arancini siciliani).  Chiudete la pallina avvolgendo il ripieno con l’impasto e date la forma di una coscetta (a volte può risultare difficile dare la forma all’impasto, potete sempre fare delle palline invece di coscette)

FASE 4: Friggere. Preparate una pastella con il latte e la farina setacciata e ponete il pangrattato in una ciotola ampia. Impanate ciascuna coxinha prima nella pastella e poi nel pangrattato e friggetele per qualche minuto.

 

Da Corso Matteotti 190 Montecatini vi suggeriamo di servirle quando sono ancora calde, saranno ottime!